Il Rosso Piceno è raramente annoverato tra i grandi vini rossi italiani ma il Re di Ras ha tutte le carte in regola per entrare in questa lista. Al naso rivela un’abbondanza di note fruttate (prugna, ciliegia matura), supportate in bocca da tannini robusti ma fini, alcool, acidità e concentrazione di aromi. Il finale fruttato, straordinariamente ampio e lungo, preannuncia una perfetta maturazione in bottiglia nei prossimi due tre anni anche se si può gustare con piacere da subito. Il mio consiglio: vale la pena di aspettare!

– Nicolas Belfrage MW

ROSSO PICENO DOC

Re di Ras è un nome dialettale Marchigiano dello “Scricciolo”. Questo grazioso uccellino, che si vede spesso nei nostri vigneti, è considerato nella tradizione popolare il Re degli uccelli. Infatti la leggenda narra che per decretare chi fosse il re, venne indetta una gara per vedere quale uccello volasse più in alto e, grazie all’astuzia, lo scricciolo riuscì a battere l’aquila. Abbiamo scelto questa metafora perché pensiamo che la nostra piccola produzione di Rosso Piceno “Re di Ras” possa competere in qualità con i grandi vini rossi italiani.

 

Caratteristiche di produzione

Uve
Montepulciano 85% e Sangiovese 15% allevate a cordone speronato.

Vigneto
Vigna Colle del Sole nel comune di Maiolati Spontini caratterizzato da terreno tendenzialmente argilloso e ricco di scheletro. Le uve Montepulciano sono coltivate nella parte meridionale del vigneto esposto a sud su una superficie di 2,5 ettari mentre le uve Sangiovese sono coltivate nella parte centrale del vigneto su una superficie di circa 1 ettaro relativamente pianeggiante. L’altitudine media è di 120 m s.l.m.

Vendemmia
Le uve selezionate per la produzione del Re di Ras 2013 sono state raccolte il 12 settembre (Sangiovese) e il 15 ottobre (Montepulciano). La resa per ettaro è stata di 56 quintali.

Vinificazione
Vinificazione tradizionale in rosso con frequenti follature in vinificatori di acciaio. La fermentazione alcolica è durata 32 giorni di cui i primi venti a contatto con le bucce. Dopo la fermentazione malo-lattica il vino è stato travasato in fusti di rovere francese da 5 hl di primo e secondo passaggio dove è rimasto in affinamento per circa 12 mesi. L’imbottigliamento è stato effettuato il giorno 31 Maggio 2017.

 

Dati analitici all’imbottigliamento

Alcool: 14.16%

Acidità totale: 5.60 g/l

Ph: 3.73

Zuccheri: < 0.3 g/l

 

 

Scheda scaricabile

Vegan Wine

La nostra filosofia incentrata sul profondo rispetto per l’ambiente e i processi naturali, unita alla volontà di produrre solo vini genuini e di alta qualità, ci ha portato ad aderire alle più comuni policy di vini vegani.